logo

AccessX

logo-anipaint

L’applicativo AccessX™ consente l’accesso, anche in presenza di disabilità motorie gravi, a tutte le applicazioni e agli ambienti operativi Windows e Mac OS X (solo fino a OSX Leopard), senza limitarne l’uso.

Caratteristiche:

– Modalità diverse di accesso adattabili a qualsiasi tipo di disabilità
– Scanning differenziato (visuale, uditivo, tattile)
– Accesso a 2 o 3 sensori (Dual Switch)
– Accesso a 5 sensori (direzionale)
– Accesso diretto
-segnali sono rilevati tramite un dispositivo Hardware ( USBKey del CID )

Questo Layout costruito con l’applicativo AccessX consente ad un utente in grado di interagire con il PC solo attraverso uno o due segnali intenzionali di eseguire le principali azioni necessarie per gestire la scrivania di un computer. (Spostamento del mouse, funzioni di click, doppio click, hold, gestione dei tasti modificatori, apertura di documenti e di applicativi, ecc)

AccessX permette di creare delle zone in grado di effettuare tutte le azioni che normalmente si eseguono mediante una tastiera o un mouse.

La figura rappresentata sotto mostra un layout AccessX con tre zone. Nela zona centrale é stata definita una macro per modificare la dimensione, nell’ applicativo "Textedit" (mac OS X), di un testo selezionato.Utilizzando una tastiera comune l’utente, quando lavora con Textedit, selezionando un testo e premendo il tasto modificatore cmd e successivamente il tasto -, ripetutamente, riuscirà a diminuire la dimensione del testo. La macro definita nella zona precedente conterrà gli stessi ordini ma al posto del tasto - è stato inserita la combinazione shiftdown 1 shiftup (equivalente al tasto + nella tastiera svizzera francese)per ottenere un aumento della dimensione del testo.

 

Il setup seguente permette, all’interno dell’applicativo TerrapinLogo un controllo molto semplice dei movimenti della tartaruga.

La prima zona del setup, quando viene selezionata, attiva la macro seguente:

Questa macro scrive nel "Listener" del programma Logo tutti i comandi per spostare in avanti con la traccia attiva (pendown return), la tarturuga Logo. Lo spostamento viene effettuato con 10 passi per volta e viene interrotto (loop pause 1000 endloop) quando l’utente invia nuovamente il suo segnale di selezione durante lo svolgimento di questa parte della macro che consente all’utente di interagire durante l’intervallo della pausa (1 sec.). La durata della pausa deve essere configurata tenendo ben presente le abilità nell’uso dei sensori di accesso dell’utente.